Negli ultimi anni nelle principali città italiane si sono diffusi diversi servizi di auto a noleggio e car sharing – come ad esempio Car2Go, Enjoy, ecc. – la diffusione di queste auto ha portato anche all’aumento delle delle infrazioni commesse dai clienti di tali società.

Bisogna innanzi tutto chiarire che molto spesso queste infrazioni sono il frutto della cattiva informazione, ad esempio molti utenti utilizzano queste auto per accedere alle Zone a Traffico Limitato  – senza sapere che nella maggioranza dei casi tali auto non sono autorizzate a circolare in queste aree – la conseguenza di tali comportamenti è la notifica di una multa.

Uno dei problemi principali che riscontriamo nelle richieste di consulenza che riceviamo è quello della notifica della multa con auto a noleggio, infatti c’è molta incertezza sulle modalità ed i termini della notifica.

Dopo che avrai letto questo articolo saprai valutare se la multa con auto a noleggio è stata notificata nei termini e più in generale saprai come difenderti da queste multe.

Come viene notificata la multa per le violazioni commesse con auto a noleggio

Nel caso del noleggio, il proprietario del veicolo – l’azienda di noleggio – non è responsabile delle eventuali violazioni al codice della strada commesse dal noleggiante.

Tuttavia per legge questo è il soggetto a cui vengono notificati i verbali di accertamento, quindi per addebitare la multa all’effettivo guidatore sono necessari una serie di passaggi rispetto alla procedura ordinaria prevista per la notifica dei verbali.

In particolare, l’amministrazione deve notificare il verbale alla società di noleggio ed attendere, da quest’ultima, la comunicazione dei dati dell’effettivo conducente al momento dell’infrazione per poter rinotificare il verbale all’effettivo conducente al momento dell’infrazione.

Questa procedura comporta un allungamento dei normali termini previsti per la notificazione, allungamento che induce in errore molti conducenti i quali propongono ricorso senza tenere conto delle varie fasi che compongono il procedimento di notifica della multa con auto a noleggio.

Ogni giorno, infatti, riceviamo tramite il nostro servizio di consulenza e la chat presente sul nostro sito richieste da parte di lettori che pensano di poter presentare o hanno presentato un ricorso contro la multa presa con auto a noleggio perché notificata oltre 90 giorni dall’infrazione.

Purtroppo, per effetto del lungo procedimento appena descritto, nel caso di infrazioni commesse con un’auto noleggiata, la regola generale della notifica della multa entro novanta giorni subisce alcune modifiche, quindi proporre ricorso senza conoscere i termini corretti comporta il serio rischio del rigetto del ricorso – soprattutto se fondato solo su questo motivo.

Come si calcola il termine per la notifica della multa con auto a noleggio

In questi casi la regola prevede che:

Entro 90 giorni il verbale sia notificato al proprietario, cioè l’azienda di noleggio, il  quale deve comunicare all’autorità che ha elevato il verbale i dati del conducente, tale comunicazione deve essere obbligatoriamente effettuata dalla società di noleggio.

Dalla ricezione di questa comunicazione l’accertatore ha 90 giorni di tempo per rinnovare la notifica al noleggiatore.

Quindi il termine entro il quale la notifica deve essere effettuata non è quello di 90 giorni dalla data dell’infrazione, ma un termine più lungo che deve tenere conto di questi passaggi.

Generalmente sul verbale risulta la data in cui l’accertatore è venuto a conoscenza delle generalità dell’effettivo trasgressore, cioè dalla data da cui decorrerà il nuovo termine di 90 giorni per la rinotifica del verbale.

Qualora tale data non fosse indicata è possibile fare un accesso agli atti amministrativi per valutare se sono stati rispettati i termini previsti.

Le spese di gestione della pratica da parte della società di noleggio

La gestione delle multe da parte della società noleggiatrice è un servizio obbligatorio, poiché come abbiamo visto quest’ultima è l’intestataria del veicolo.

Pertanto al costo della sanzione, bisogna aggiungere un aggravio variabile dai 30 ai 90 euro per la gestione della pratica relativa alla multa.

Tale costo viene molto spesso addebitato direttamente sulla carta di credito, utilizzata per il noleggio, nel momento in cui il verbale viene notificato alla società di noleggio.

Tale addebito è perfettamente legittimo ed è previsto nelle clausole che si accettano al momento del noleggio del veicolo, infatti, nei contratti  è specificato che nel caso in cui il conducente di un veicolo noleggiato riceva una multa per qualsiasi infrazione, la società che affitta il veicolo ha l’obbligo di comunicare all’autorità competente i dati del cliente e che per il compimento di tale attività verrà addebitato il costo per la gestione di tale pratica.

La  Comunicazione dei dati del conducente in caso di multa con auto a noleggio

Il tema dell’omessa comunicazione dei dati del conducente crea sempre diversi dubbi nei nostri lettori e la questione della comunicazione dei dati del conducente assume particolare importanza anche nel caso di auto a noleggio.

Questo perché il verbale rinotificato conterrà anche l’invito ad effettuare la comunicazione dei dati del conducente al momento dell’infrazione, comunicazione che dovrà essere effettuata nel termine di 60 giorni dalla notifica.

Infatti anche se l’azienda di noleggio comunica all’amministrazione i dati della persona che ha preso l’auto a noleggio, quest’ultima non può procedere alla decurtazione automatica dei punti della patente.

Tale interpretazione è stata fornita dalla Corte di Cassazione la quale,  con la sentenza 20611 del 24.09.2009, ha affermato il principio secondo cui la sanzione della decurtazione dei punti della patente di guida non può essere applicata a chi ha noleggiato un automobile, poiché non è detto che questo soggetto sia anche il reale utilizzatore dell’automobile al momento dell’infrazione – questo anche se il contratto di noleggio prevede la guida esclusiva da parte del soggetto che ha noleggiato il veicolo.

Pertanto ai sensi dell’art. 126 – bis del Codice della Strada la posizione di chi noleggia l’auto è equiparata a quella dell proprietario del veicolo e resta distinta dal conducente, che è l’unico soggetto al quale può essere applicata la sanzione della decurtazione dei punti della patente.

Quindi una volta ricevuto il verbale per un infrazione commessa con l’auto a noleggio si dovrà procedere anche alla comunicazione dei dati del conducente al momento dell’infrazione, questo anche se il conducente coincide con la persona che ha noleggiato l’auto – infatti sulla base di quanto detto l’amministrazione non può procedere autonomamente alla decurtazione dei punti.

In conclusione

In questo articolo abbiamo chiarito qual è il termine per la notifica della multa con auto a noleggio e come può essere calcolato in modo corretto.

Riassumiamo velocemente il contenuto di questo articolo:

 

Tuttavia anche se il verbale è stato notificato nel rispetto dei termini che abbiamo analizzato questo potrebbe presentare altri vizi sui quali fondare il ricorso, pertanto se vuoi far osservare il verbale ad occhi esperti clicca sul tasto “Si, voglio la consulenza” e fai analizzare il verbale da uno dei nostri esperti.

0
Connecting
Please wait...
Invia un messaggio

Non siamo online al momento. Lascia un messaggio.

Il tuo Nome
* Email
* Descrivi il tuo dubbio
    Avvia la chat

    Hai bisogno di più aiuto? Compila il modulo sottostante prima di iniziare la chat.

    Il tuo Nome
    * Email
    * Descrivi il tuo dubbio
    Siamo Online!
    La tua opinione

    Aiutaci a migliorare! Lascia la tua opinione sul servizio ricevuto.

    Come valuti il nostro servizio?
      Shares

      Vuoi scoprire come evitare le bufale online?

      Iscriviti GRATIS alla newsletter che ti spiega cosa funzione (e cosa evitare) per fare ricorso contro le multe 

      Grazie per la tua fiducia!