La Corte Costituzionale con la sentenza n. 113 depositata il 18 giugno 2015 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 45, comma 6, del Codice della Strada, “nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate per l’accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura”.

Non tutti i verbali sono colpiti dalla Sentenza della Corte Costituzionale, ma solo quelli mobili utilizzati sotto il controllo costante degli operatori.

Questo significa che fino all’adeguamento da parte delle amministrazioni locali si potrà  presentare ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace e chiedere l’annullamento del verbale elevato con autovelox “presidiati” sollevando l’eccezione del difetto di taratura, infatti a far data dal deposito della predetta sentenza, sono ritenuti viziati di illegittimità costituzionale e quindi nulli, tutti le multe emesse apparecchiature rilevatrici della velocità non soggette a periodiche verifiche e taratura.

Quindi la recente sentenza della Corte Costituzionale n. 113/2015 ha aperto la strada a ricorsi contro le multe elevate con autovelox non tarati, ma questo non è l’unico modo per ottenere l’annullamento delle multe fatte con autovelox.

Facciamo un po’ di chiarezza…

Cosa succede se la multa è stata elevata con un autovelox che non rientra tra quelli colpiti dalla sentenza 113/2015?

Chiariamo subito che non solo i verbali emessi con autovelox mobili – non tarati – sono annullabili, ma tutte le multe elevate con autovelox posso presentare vizi che consentono di ottenere l’annullamento.

La notifica di una multa da autovelox mobile – regolarmente tarato – o da autovelox fisso non è necessariamente priva di vizi e quindi da pagare in ogni caso.

In questi casi la prima cosa da fare, come ripetiamo sempre, è quella di analizzare con calma il verbale e non correre a pagare la sanzione appenasi riceve la temutissima “busta verde”.

Nel caso di una multa con autovelox si deve sempre visionare il fotogramma relativo all’infrazione, questo è un passo da compiere prima di valutare gli altri vizi del verbale – che potrebbero anche non esserci.

Le modalità per visionare il fotogramma sono indicate nel verbale, molto spesso tale verifica può essere compiuta direttamente online attraverso il portale dell’ente che ha elevato il verbale. Nelle altre ipotesi il verbale può essere richiesto direttamente all’organo accertatore con modalità che variano da caso a caso.

L’importanza di visionare il fotogramma emerge dalla foto qui sotto…

multa autovelox

In questo fotogramma sono ritratte più autovetture, tra le numerose richieste di consulenza che riceviamo in tema di infrazioni rilevate con autovelox il fotogramma nove volte su dieci corrisponde a quello dell’ esempio in foto.

Cosa accade se il fotogramma scattato dall’autovelox riprende più veicoli

Se il fotogramma riprende più veicoli  – con targhe leggibili (non importa se coperte per motivi di privacy) e questi non sono troppo distanti tra loro  – la fotografia non può essere utilizzata per contestare l’infrazione perché non c’è la prova certa che questa è attribuibile al destinatario del verbale.

Infatti in casi di questo tipo – simili a quello nella foto – non è possibile stabilire con precisione quale dei veicoli ritratti ha effettivamente superato il limite di velocità.

Proprio per questo motivo spesso sono gli stessi agenti accertatori a scartare le fotografie scattate dall’autovelox perché non idonee a fornire margini di certezza sull’infrazione stradale, tuttavia in alcuni casi le amministrazioni confidando nel fatto che qualcuno degli automobilisti ritratto nel fotogramma pagherà la sanzione procedono comunque alla notifica dei verbali.

L’inattendibilità del fotogramma che ritrae più vetture contemporaneamente è stata affermata in diverse sentenze, come quella del  Giudice di Pace di Bari il quale nella sentenza n. 4344 del 17 giugno 2008 ha affermato che:

L’esame del rilievo fotografico evidenzia la presenza contemporanea di due autovetture che procedono in senso inverso una rispetto all’altra che sono state contemporaneamente fotografate.

La presenza di due oggetti in movimento rende assolutamente incerto il rilevamento effettuato a mezzo di apparecchiatura elettronica in quanto non è certo che l’apparecchio abbia la facoltà di escludere uno dei veicoli in movimento mentre effettua la rilevazione della velocità, questa particolare circostanza, priva l’apparecchio dei parametri che permettono l’esatta rilevazione.

Una foto scattata dal summenzionato strumento, a due auto, che transitano in direzioni contrapposte nello stesso momento e nello stesso luogo, non può essere posta a base di una verbale di contestazione perché, una delle due, potrebbe transitare a velocità ridottissima oppure, potrebbe verificarsi che le due velocità si sommino e tanto perché il rilevatore, pur scattando la foto, non è in grado di comprovare l’infrazione, non potendo dimostrare quale delle due auto è in violazione”

In quali casi gli autovelox possono produrre errori di rilevamento che rendono annullabile la multa per eccesso di velocità

Gli autovelox ed i loro operatori possono incorrere in errore, un tipico caso si verifica quando sono presenti contemporaneamente due o più veicoli sullo stesso tratto di strada, ma con velocità diverse.

Questi dispositivi mirano il primo veicolo in arrivo, ma se durante la rilevazione della velocità sopraggiunge un altro veicolo più veloce potrebbe scattare la segnalazione da parte dell’autovelox.

Qui di seguito è illustrato quando alcuni autovelox possono commettere errori di valutazione

Nel caso degli autovelox a fotocellula (es. Autovelox 104  e Velomatic 512 – a cui fa riferimento la sentenza richiamata sopra) l’errore può verificarsi se i due veicoli passano – quasi – contemporaneamente davanti alle due fotocellule, quando il primo veicolo che rispetta il limite che viaggia sulla corsia di destra fa scattare la prima fotocellula e poco dopo il secondo veicolo che viaggia, oltre il limite di velocità, sulla corsia di sorpasso fa scattare la seconda fotocellula. In questo caso, potrebbero apparire due vetture sul fotogramma, e la prima auto rischia di ricevere un verbale ingiusto.

multa autoveloxNel caso degli autovelox Radar (es.  Traffiphot e Traffipax Speedophot) quando questo
inizia la misurazione della velocità del primo veicolo in arrivo, che viaggia rispettando il limite, se durante la rilevazione sopraggiunge un secondo veicolo più veloce può verificarsi lo scatto della fotografia. In questo modo il primo veicolo, su cui era puntato il rilevatore, viene multato ingiustamente.

In conclusione

Se nel fotogramma relativo all’infrazione sono presenti più veicoli, ai sensi dell’articolo 7, comma 10, d.lgs. n. 150/2011, il giudice nel dubbio è tenuto ad accogliere il ricorso ed annullare il verbale (in questi casi si applica sostanzialmente il principio di presunzione di non colpevolezza sancito dal diritto penale, materia dalla quale la materia sanzionatoria, proprio in quanto nascente da leggi di depenalizzazione, ha ereditato numerosi principi).

Pertanto se hai ricevuto un verbale e dall’analisi del fotogramma è emersa la presenza di più veicoli ci sono ottime probabilità di ottenere l’annullamento del verbale, clicca sul tasto “Si, voglio la consulenza” che trovi in fondo a questo articolo per ricevere l’assistenza di uno dei nostri esperti.

Se nel fotogramma scattato dall’autovelox compare un solo veicolo non rassegnarti subito a pagare la multa.

Quello appena illustrato è solo uno dei tanti vizi che un verbale per eccesso di velocità può presentare, infatti anche se nel fotogramma compare un solo veicolo il verbale può presentare altri vizi sui quali fondare un ricorso, pertanto se vuoi far osservare il verbale ad occhi esperti che visionano ogni giorno decine di verbali clicca sul tasto “Si, voglio la consulenza” e fai analizzare il verbale da uno dei nostri professionisti.

0
Connecting
Please wait...
Invia un messaggio

Non siamo online al momento. Lascia un messaggio.

Il tuo Nome
* Email
* Descrivi il tuo dubbio
    Avvia la chat

    Hai bisogno di più aiuto? Compila il modulo sottostante prima di iniziare la chat.

    Il tuo Nome
    * Email
    * Descrivi il tuo dubbio
    Siamo Online!
    La tua opinione

    Aiutaci a migliorare! Lascia la tua opinione sul servizio ricevuto.

    Come valuti il nostro servizio?
      Vuoi scoprire come evitare di pagare le multe?

      Vuoi scoprire come evitare di pagare le multe?

      Iscriviti GRATIS alla newsletter che ti spiega cosa funzione (e cosa evitare) per fare ricorso contro le multe 

      Grazie per la tua fiducia!

      Shares
      Share This