la guida per scoprire come pagare le multe a rate

Tra le spese che si possono rateizzare è compresa anche la multa o sanzione per violazione al Codice della Strada, tuttavia la rateizzazione delle multe può essere richiesta solo in presenza di determinate condizioni.

Quali sono le condizioni per chiedere di pagare le multe a rate

1. L’importo della multa deve essere superiore a 200 euro;

2. L’importo di 200 euro deve riguardare un unico verbale di infrazione (non si può quindi chiedere la rateizzazione di due verbali da 150 euro ciascuno);

3. Il richiedente deve avere una condizione economica disagiata

4. La multa non deve essere già stata impugnata dinanzi al Giudice di Pace o al Prefetto

Una volta accertata la presenza di tali requisiti è possibile presentare la richiesta di rateizzazione della multa.

Quali sono i requisiti reddituali per poter chiedere la rateizzazione delle multe

Come detto per poter richiedere la rateizzazione delle multe il richiedente deve versare in un situazione economica di disagio, l’art. 202 – bis del Codice della Strada stabilisce che può avvalersi della rateizzazione chi:

E’ titolare di un reddito imponibile  ai  fini  dell’imposta  sul  reddito  delle persone fisiche, risultante dall’ultima dichiarazione, non  superiore a euro 10.628,16.

 

(…) Se  l’interessato convive  con  il  coniuge  o  con  altri  familiari, (…) i  limiti  di reddito di cui al periodo precedente sono elevati  di  euro  1.032,91 per ognuno dei familiari conviventi.

Pertanto per poter richiedere la rateizzazione della multa il destinatario del verbale deve avere un reddito non superiore a 10.628,16 euro, aumentato di 1.032,91 euro per ogni familiare convivente.

Come si chiede la rateizzazione

Come chiarito più volte dal legislatore la rateizzazione può essere concessa solo su espressa richiesta della persona interessata.

La richiesta deve essere inoltrata entro 30 giorni dalla contestazione o dalla notifica della multa ad uno dei seguenti soggetti:

■ Prefetto (se si tratta di violazioni accertate dalla polizia di Stato, carabinieri ecc.)

■ Presidente dell’amministrazione Provinciale se il verbale è stato elevato dalla Polizia Provinciale

■ Sindaco se il verbale è stato elevato dalla Polizia Locale (ad es. dai vigili urbani)

Cosa succede dopo aver presentato la richiesta per pagare le multe a rate

L’organo al quale viene inoltrata la richiesta deve emettere un provvedimento di accoglimento o di rigetto entro 90 giorni.

In caso di mancata risposta entro questo termine la richiesta di rateizzazione si intende respinta ed il richiedente avrà 30 giorni di tempo per effettuare il pagamento.

Quindi nel caso della richiesta di rateizzazione delle multe non opera il cosiddetto principio del “silenzio assenso” e pertanto in caso di mancata risposta nei termini la richiesta si intende respinta.

Diversamente se l’organo a cui è stata presentata l’istanza risponde nel termine possono verificarsi due situazioni:

1. L’istanza di rateizzazione viene respinta, in questo caso il richiedente dovrà effettuare il pagamento nel termine di 30 giorni dalla notifica del provvedimento di rigetto;

2. L’istanza viene accolta, il Prefetto o l’altro organo competente indicano all’ente accertatore l’importo delle rate fissato sulla base dell’importo della multa e delle condizioni economiche del richiedente.

Quante rate si possono ottenere in caso di accoglimento della richiesta

L’autorità competente a ricevere la richiesta dispone, una volta accertate le condizioni di disagio economico del richiedente determina il numero di rate:

■ 12 rate per multe da 200 a 2.000 euro;

■ 24 rate per multe da 2.000 a 5.000 euro;

■ 60 rate per multe superiori a 5.000 euro.

Ogni rata non può essere inferiore a 100 euro, più gli interessi dovuti.

Se viene concessa la rateizzazione si fare molta attenzione alla puntualità nei pagamenti, infatti, il mancato pagamento delle prima rata o, successivamente, di due rate consecutive, fa decadere automaticamente dal beneficio e il richiedente sarà chiamato a versare la somma residua in un’unica soluzione.

ATTENZIONE: La presentazione dell’istanza di rateizzazione implica la rinuncia a proporre ricorso al Prefetto e al Giudice di Pace.

Se vuoi una valutazione della tua situazione, oppure se non hai i requisiti per la rateizzazione e non puoi pagare l’intero importo inviaci il tuo verbale per una consulenza sulla tua situazione cliccando sul pulsante “Si voglio la consulenza” che trovi sotto.

In questo modo eviterai di ricevere cartelle esattoriali per il mancato pagamento della multa.

Se hai tutti i requisiti per ottenere la rateizzazione puoi anche usare il nostro modulo per la richiesta che puoi scaricare cliccando QUI,