Trovare un parcheggio per l’automobile è sempre più difficile, soprattutto nei centri storici o nelle grandi città. Proprio questa difficoltà unitamente alla fretta di posteggiare il veicolo quando si trova un posto libero porta molti automobilisti a commettere una violazione del Codice della Strada  della quale non tutti sono a conoscenza.

In questo articolo faremo chiarezza sulla validità della multa per aver parcheggiato contromano, in particolare andremo a chiarire per quale motivo l’automobilista deve rispettare il senso di marcia anche per lasciare il veicolo in sosta.

Perché il parcheggio contromano è vietato dal Codice della Strada

Tale parcheggio presume, difatti, l’aver posto in essere una pericolosa e vietata manovra di invasione della carreggiata opposta quando la via è a doppio senso di circolazione.

La sosta in controsenso può anche determinare dei pericoli per la circolazione nel momento in cui l’automobilista si rimette in marcia, poiché andrà ad invadere la corsia opposta.

Inoltre la collocazione del veicolo contro il senso di marcia può determinare per il conducente l’impossibilità di percepire la segnaletica verticale sul lato dove ha lasciato il veicolo in sosta.

In quest’ultimo caso poiché è lo stesso conducente a porsi nella condizione di non poter leggere i segnali, a causa della suo comportamento contro le regole, la mancata percezione della segnaletica non può costituire motivo di ricorso contro sanzioni per la violazione delle prescrizioni imposte da tale segnaletica.

Cosa prevede il codice della strada in tema di sosta del veicolo su strada a doppio senso di circolazione

L’art. 157, secondo comma, del Codice della Strada prevede che:

Salvo diversa segnalazione, ovvero nel caso previsto dal comma 4, in caso di fermata o sosta il veicolo deve essere collocato il più vicino possibile al margine destro della carreggiata, parallelamente ad esso e secondo il senso di marcia.

Quindi la norma è molto chiara: sulle strade a doppio senso di circolazione è vietato parcheggiare nel senso opposto a quello di marcia, cioè sul lato sinistro della strada.

La violazione di questa norma fa scattare la sanzione amministrativa che prevede il pagamento di una somma da 41 a 168 euro.

La norma che sanziona il parcheggio contromano, non prevede alcuna distinzione tra strade con striscia continua (in cui è consentito il passaggio da una carreggiata all’altra) o striscia tratteggiata (in cui non è consentito il passaggio da una carreggiata all’altra), pertanto il divieto di parcheggio nella direzione opposta a quella di marcia deve ritenersi applicabile ad entrambe le situazioni.

Quindi in una strada a doppio senso di marcia per poter parcheggiare sul lato opposto della carreggiata senza incorrere nella sanzione, l’automobilista dovrà effettuare un’inversione di marcia parcheggiando il veicolo secondo le regole del Codice della Strada.

Questo perché il veicolo deve sempre sostare con la parte anteriore rivolta verso il senso di marcia legittimamente percorso, fatta eccezione per il caso in cui sia prevista dalla segnaletica orizzontale e/o verticale la disposizione a “spina di pesce” o a “pettine”.

La sanzione per “parcheggio contromano” non si applica sulle strade a senso unico di circolazione

Il già citato art. 157 del Codice della Strada, quarto comma, stabilisce che:

Nelle strade urbane a senso unico di marcia la sosta è consentita anche lungo il margine sinistro della carreggiata, purché rimanga spazio sufficiente al transito di una fila di veicoli e comunque non inferiore a tre metri di larghezza.

In conclusione

In questo articolo abbiamo chiarito in quali casi è legittima la multa per parcheggio contromano, riassumendo velocemente il contenuto di questo articolo, secondo l’art. 157 del Codice della Strada:

E’ vietato parcheggiare nel senso opposto a quello di marcia sulle strade a doppio senso di circolazione

Il parcheggio contromano è consentito nelle strade urbane a senso unico di marcia, purché rimanga spazio sufficiente al transito di una fila di veicoli e comunque non inferiore a tre metri di larghezza

Il veicolo deve sempre sostare con la parte anteriore rivolta verso il senso di marcia legittimamente percorso, fatta eccezione per il caso in cui sia prevista dalla segnaletica orizzontale e/o verticale la disposizione a “spina di pesce” o a “pettine

Tuttavia se hai ricevuto un verbale per sosta contromano non rassegnarti a pagare subito la multa, infatti il verbale potrebbe presentare dei vizi sui quali fondare un ricorso.

Ad esempio potrebbe trattarsi di un verbale notificato oltre i termini, potrebbe trattarsi di una multa elevata da un ausiliare del traffico non autorizzato ad accertare tale tipo di violazione, oppure la violazione potrebbe essere stata commessa in stato di necessità.

Pertanto se vuoi far osservare il verbale ad occhi esperti che visionano ogni giorno decine di verbali clicca sul tasto “Si, voglio la consulenza” e fai analizzare il verbale da uno dei nostri specialisti.

Vuoi scoprire come evitare di pagare le multe?

Vuoi scoprire come evitare di pagare le multe?

Iscriviti GRATIS alla newsletter che ti spiega cosa funzione (e cosa evitare) per fare ricorso contro le multe 

Grazie per la tua fiducia!Ti abbiamo inviato una email in cui ti verrà chiesto di confermare la tua iscrizione